Rai

rai-lavoroLa RAI è la società che gestisce in esclusiva il servizio pubblico radiotelevisivo in Italia. Si tratta del quinto gruppo del settore in Europa. Oltre a occuparsi di radio e tv, la RAI (Radiotelevisione Italiana) porta avanti attività nei campi editoriale e cinemtografico. La società è partecipata al 99,56% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. La quota restante appartiene alla SIAE. In quanto concessionaria in esclusiva del servizio pubblico, la RAI deve produrre una certa quantità di trasmissioni che siano di pubblica utilità.


La sua nascita è avvenuta nel 1923. All’epoca l’esclusiva era legata alle trasmissioni radiofoniche. Inizialmente si chiamava URI, poi EIAR e infine nel 1944 il nome definitivo divenne RAI. La televisione iniziò a trasmettere il 3 gennaio 1954. Il primo programma era il telegiornale, annunciato da Fulvia Colombo.

Tra le trasmissioni più importanti dei primordi televisivi occorre ricordare “90° minuto” e “Lascia o raddoppia?”, condotta da Mike Bongiorno. Ora la RAI è presente sul digitale terrestre con 14 canali: Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai 4, Rai 5, Rai News, Rai Gulp, Rai YoYo, Rai Storia, Rai Sport 1, Rai Sport 2, Rai Movie, Rai Premium e Rai HD; sul satellite con 7 canali. L’azienda opera in campo cinematografico attraverso Rai Cinema e in campo editoriale con Rai Eri.

Come candidarsi:
nella sezione “Lavora con noi” vengono segnalate le offerte di lavoro attive, in base alle aree di competenza. Per mandare il curriculum occorre registrarsi al sito.

Sito web: http://www.rai.it/

Sezione “Lavora con noi”: http://www.lavoraconnoi.rai.it/lavoraconnoi/application/homepage