RADIO PARMA

Radio ParmaRadio Parma nasce a Parma negli anni Settanta da un’idea di alcuni amici, in quel periodo in cui, per fondare una radio, bastavano un’antenna ed un trasmettitore da pochi watt.

Gli anni in cui il dibattito sulla rottura del monopolio dell’informazione rendeva forte la spinta alla liberalizzazione dell’etere. Il primo proprietario di Radio Parma è Virgilio Menozzi.

La prima sede storica di questa radio a Parma è nel centro storico della città, in via Cavallotti, poi viene trasferita in via dei Farnese e, alla fine, ritrasferita in Borgo Guasti di Santa Cecilia: in quest’ultima sede la radio cominciava ad assumere l’aspetto di quelle più moderne, con vetro che separa la regia dalla sala microfoni.


Al 1974 risalgono le prime trasmissioni radiofoniche sperimentali, quasi subiro si arriva alle 9 ore di trasmissione giornaliera. Mentre solo l’anno successivo si dà il via alle trasmissioni regolari.

Si tratta di una delle radio private (definite libere”) che trasmette in Italia da un tempo più lungo: infatti trasmette ininterrottamente dal 1° gennaio 1975 e viene spesso definita “la prima voce libera in Italia”.

In quegli anni Radio Parma vantava un palinsesto davvero completo che comprendeva musica, informazione ed uno spazio dedicato alle tradizioni locali. Il primo direttore responsabile di Radio Parma è il giornalista Carlo Drapkind, mentre a Marco Toni che viene affidata la prima direzione tecnica.

Negli anni la conduzione di Radio Parma non smette mai di ribadire la natura “libera” della radio, che viene dimostrata anche nella variegata tipologia di ospitate: da rappresentanti della religione, come i vescovi e sacerdoti, che si alternano a rappresentanti politici del PCI.

Questa emittente diviene in breve tempo “la voce della città”.

Anche il palinsesto è molto vario e conta oltre 25 diversi programmi al giorno: tanta musica, notiziari, rubriche e dibattiti, compreso lo spazio dediche musicali.

Tra i nomi celebri dei primi collaboratori di Radio Parma, speaker che hanno poi raggiunto la fama in radio, in Rai o altrove, figura un inaspettato Mauro Coruzzi, che oggi veste i panni dell’estrosa Platinet.

Come candidarsi: La redazione di Radio Parma accoglie autocandidature per possibili ampliamento di organico all’indirizzo mail radio@tvparma.it

Sito webwww.radioparma.it

Sezione “lavora con noi”radio@tvparma.it